02-04-2013

 

Rca scaduta,sanzioni ?

 

 

Anche dopo la recente riforma in materia di RC auto,alla scadenza del contratto di assicurazione, in caso di mancato pagamento del premio, la copertura assicurativa Rca resta in vigore fino al 15° giorno successivo a quello della scadenza.
In tal caso, l’automobilista che circola nei 15 giorni di tolleranza con il certificato assicurativo scaduto resta coperto dall’assicurazione e, nell’ipotesi in cui sia coinvolto in un sinistro stradale, sarà indennizzato dall’assicurazione.
Durante questo periodo di tolleranza, il conducente non può essere multato per mancanza della copertura assicurativa [1]: ma egli deve comunque continuare
- a esporre il contrassegno scaduto
- a esibire il certificato assicurativo scaduto.
Se, infatti egli non espone il contrassegno sul parabrezza, subirà una sanzione da 25 euro a 99 [2]; se invece circola senza il certificato di assicurazione subirà una sanzione da 41 euro a 99 [3].
Ricordiamo che il contrassegno va necessariamente esposto sul parabrezza in modo visibile e non su altre parti della vettura. Invece il certificato può essere custodito anche all’interno del veicolo.
C’è una sola possibilità che il conducente venga multato, durante i 15 giorni di tolleranza, per mancata copertura assicurativa. È il caso in cui egli abbia fatto disdetta dell’assicurazione. Per verificare ciò, la pattuglia effettua le indagini attraverso le centrali operative che forniscono le informazioni sulla copertura assicurativa dell’auto.
La sanzione per la mancanza della copertura assicurativa si applica sempre alla persona che conduce il veicolo anche se non è proprietaria.